Blog
  • Home / e-learning / Che cosa sono…
che cosa sono i learning objects

Che cosa sono i learning object?

In questo articolo parleremo di:

  • Che cosa sono i learning objects?
  • Caratteristiche dei learning objects
  • A cosa servono i learning objects

Che cosa sono i learning objects?

che cosa sono i learning object

All’interno delle piattaforme fad per l’e-learning i learning objects rappresentano l’unità base di contenuto didattico che vogliamo erogare. In tal senso, componendo differenti learning objects, possiamo costruire corsi strutturati con lezioni, questionari, documenti, test, etc..

Possiamo anche pensare ai learning objects come i mattoncini lego con i quali costruire i miei percorsi formativi. Questi “mattoncini” saranno di colore e forma diversa e quindi potranno contenere videolezioni, documenti, test di valutazione, etc..

Ecco perché comprendere bene cosa significa learning objects in un contesto di formazione a distanza (FAD) è fondamentale per strutturare in una piattaforma e-learning i vari corsi.

Caratteristiche dei learning objects

Ogni oggetto formativo che andiamo a costruire nella piattaforma e-learning è caratterizzato da alcuni attributi:

Titolo: è il titolo dell’oggetto didattico, del video o documento

Descrizione: è la descrizione che spiega e anticipa il contenuto didattico

Categoria o Argomento: Associa il learning object ad una etichetta per meglio identificarlo e caratterizzarlo

Contenuto: è di fatto il materiale didattico vero e proprio che può avere vari formati

Durata: l’obiettivo di tracciabilità del tempo trascorso durante l’apprendimento, è fondamentale per certificare che il discente abbia effettivamente passato una durata definita a seguire quell’oggetto formativo. 

Tipologia: il learning object può essere un video, un documento, una presentazione, un test, un questionario, un articolo di approfondimento testuale o grafico, che il discente può svolgere

Formato: il contenuto nativo del learning object può essere un file .mp4, oppure .avi, o un .ppt, un .pdf, etc..

I learning object così costruiti, se ordinati all’interno di un corso, in modo sequenziale e obbligato, rappresentano il modo migliore per garantire la tracciabilità della formazione, ma è fondamentale che garantiscano le quattro caratteristiche principali di una piattaforma di e-learning:

  • modularità:

    il materiale didattico deve essere composto da “moduli didattici”, che raggruppano più learning object in capitoli, in modo che l’utente possa dedicare alla formazione brevi lassi di tempo (indicativamente 15/20 minuti di tempo);
  • interattività

    l’utente deve interagire con il materiale didattico, che deve rispondere efficacemente alle necessità motivazionali dell’interazione uomo-macchina;
  • esaustività

    ogni learning object deve rispondere a un obiettivo formativo e portare l’utente al completamento di tale obiettivo;
  • interoperabilità

    i materiali didattici devono essere predisposti per poter essere distribuiti su qualsiasi piattaforma tecnologica e per garantire la tracciabilità dell’azione formativa.

A cosa servono i learning object?

I vantaggi dei learning object sono molteplici ma soprattutto permettono di costruire corsi di e-learning in modo rapido e flessibile. Vediamo come.

Innanzitutto è fondamentale definire i propri obiettivi e strutturare un corso asincrono che accanto a lezioni didattiche, abbia anche test e prove in grado di validare l’apprendimento.

Un corso asincrono non può però essere la mera riproposizione di un corso in presenza, con gli stessi tempi e logiche di fruizione.

Si deve tener ben presente che gli studenti lavorano davanti al computer, in orari liberi e che possono autogestirsi i tempi di apprendimento. Ciò significa che i tempi di attenzione e dedicati alla formazione devono tener conto di molteplici aspetti: la posizione e l’ambiente in cui studia lo studente, la soglia di attenzione, la fruibilità dei contenuti, la qualità dell’audio e del video, giusto per citarne alcuni.

Cogliere e mantenere alta l’attenzione dello studente, presuppone una capacità notevole nella costruzione delle unità didattiche di apprendimento (UDA), che coinvolge il docente, l’argomento trattato e l’obiettivo che si vuole raggiungere. Per questo motivo la pianificazione è importante quanto l’organizzazione dei contenuti.

Una video lezione non può durare più di 30 minuti e in questo tempo dovrebbe essere trattato un argomento in modo esaustivo per permettere allo studente di completare una unità didattica nel tempo previsto.

All’interno delle piattaforme di e-learning viene posta molta attenzione alla presentazione dei contenuti e alla semplicità di interazione, che deve agevolare l’apprendimento, semplificare l’utilizzo e garantire flessibilità.

Per questo motivo la piattaforma di formazione Learning Objects mette al centro il discente in ogni momento dell’apprendimento, perché la modalità con cui si impara è differente rispetto alla formazione in presenza, ma altrettanto efficace quando si utilizzano gli strumenti giusti e si costruiscono learning object su misura per la formazione a distanza.