Blog
  • Home / e-learning / Learning Management System…
formazione professionale

Learning Management System (LMS)

In questo articolo parleremo delle funzionalità e caratteristiche che dovrebbe avere un Learning Management System o LMS per la formazione a distanza. Non si deve solo considerare gli aspetti di natura tecnica, ma anche l’usabilità e complessità di gestione, la sicurezza dei dati e la possibilità di aggiornamenti nel tempo. Vedremo in seguito questi aspetti.

Learning Management System: i fondamentali

Quando parliamo di Learning Management System o più propriamente di piattaforma e learning, intendiamo un sistema in grado di costruire un ambiente dedicato e riservato per erogare formazione: negli ultimi anni il modello di formazione a distanza si è evoluto da software installato presso il cliente, quindi in house, verso sistemi in Cloud e Saas o open source.

Questo passaggio ha reso i software lms adattabili, aggiornabili e flessibili, e soprattutto ha svincolato i clienti da oneri gestionali su server e maintenance. Avere oggi una soluzione fad via web gestita esternamente significa dedicarsi in toto alla propria attività di formazione e avere un costante aggiornamento della piattaforma.

Il modello e learning (ne abbiamo parlato qui) permette di creare un ambiente riservato e dedicato che stimola l’apprendimento e risulta semplice e estremamente adattabile per l’utente. La soluzione fad deve permettere l’utilizzo anche da mobile, senza dover scaricare file o installare software in locale, e per l’amministratore è fondamentale avere un pannello di controllo per la gestione che sia semplice e veloce.

learning management system

LMS: le funzionalità indispensabili

Negli anni le caratteristiche di un learning management system sono evolute per adattarsi alla normativa e alle esigenze degli utenti e organizzatori. Ecco secondo noi quali sono le funzionalità indispensabili per una piattaforma e learning fad:

Gestione corsi con video registrati: questo oggetto formativo (in gergo si parla di learning object) è indispensabile e permette di caricare e organizzare lezioni didattiche che possono essere fruite on-demand.

Gestione corsi con slide o documenti: in questo caso il docente crea la propria lezione gestendo una presentazione che il discente segue in modo progressivo.

Test o quiz per l’apprendimento: è fondamentale verificare l’apprendimento del discente attraverso la somministrazione di domande a risposta multipla e poste in modo random, attraverso cui accertarsi che gli argomenti siano stati compresi e assimilati.

Monitoraggio della formazione: la piattaforma e learning deve consentire al docente e all’amministratore, oppure all’ispettore, di verificare gli accessi al sistema dei discenti, la loro permanenza e fruizione delle lezioni.

Gestione Live Lesson: anche se non strettamente legato al concetto di piattaforma e-Learning, la possibilità di creare percorsi formativi che prevedono anche la lezione Live, è importante per migliorare l’interazione tra studente e docente e la qualità della formazione.

Forum di discussione: dare la possibilità ai partecipanti dei corsi di interagire tra loro, porsi domande, raccontarsi esperienze e situazioni, è importante per stimolare l’interazione, la frequenza e la didattica. Un ambiente riservato e dedicato è l’ideale per creare una community di interesse rispetto ai propri corsi.

Gestire la documentazione: di supporto alla formazione possono essere anche esercizi o materiale aggiuntivi di approfondimento che i discenti possono scaricare e consultare dal proprio device. E’ pertanto suggerito di dedicare una sezione documentale di download di documentazione formativa e non.

I modelli di pricing di un LMS

Veniamo alle note dolenti…o quasi. Innanzitutto diciamo che ci sono molteplici modalità con cui le aziende predispongono i propri piani prezzo, e spesso facciamo fatica a capire esattamente quanto costerà la piattaforma di learning management system.

Ma questo è un problema di altri, diciamo noi.

Spesso il modello utilizzato è avere un costo iniziale di set up che copre configurazioni, installazioni, server, etc e poi un costo mensile in funzione di utenti e caratteristiche o moduli. Non sempre è facile districarsi tra moduli, plugin, licenze mensili o annuali. Quello che consigliamo è capire innanzitutto la scalabilità della piattaforma e learning, cioè quanto potrebbe costare nel tempo, quando aumentano i partecipanti ai corsi, la flessibilità e assistenza al software di e-learning.

Non solo il piano base è importante, ma anche l’impatto degli aggiornamenti futuri e della crescita del sistema.

La piattaforma e learning Learning Objects è ricca di funzionalità e caratteristiche, per costruire progetti formativi personalizzati e flessibili. Non ci sono grossi costi iniziali di setup, e questo vi permette di concentrarvi fin da subito sulla costruzione dei vostri corsi e lezioni. 

Se vuoi scoprire  il nostro learning management system vai alla sezione dedicata oppure contattaci per raccontarci il tuo progetto.