Come raggiungere la prima posizione con Google Ads

  • Home / Digital Strategy / Come raggiungere la…
google_ads

Come raggiungere la prima posizione con Google Ads

Vuoi comparire nella parte più alta della pagina grazie a Google ads?
In questa guida scopriamo insieme come fare.

Gli esperti del Web Marketing lo sanno bene: gli annunci che compaiono sulla prima pagina dei risultati di ricerca (SERP) sono quelli che riscontrano più successo tra gli utenti, a maggior ragione se si trovano nella parte alta della schermata.
Lì è infatti dove cade l’occhio con più facilità e, soprattutto, ci si assicura la massima visibilità.
Se ci pensi, non è poi così raro che l’utente non arrivi nemmeno a scorrere la prima pagina fino in fondo: ecco perché vale sempre la pena investire qualcosa in più per assicurarsi una collocazione efficace a livello di schermata.
Per riuscire a raggiungere queste posizioni strategiche, è fondamentale riuscire a sfruttare al meglio Google ads e le sue indicazioni in merito alle stime di offerta Cost Per Click (CPC).
In questo modo, nel momento in cui dovrai impostare la tua offerta, saprai esattamente come comportarti per raggiungere le posizioni più elevate.
Prima di tutto, dovrai andare a verificare tre offerte stimate:

  • Le offerte stimate per la prima pagina
  • Le offerte stimante per la parte superiore della prima pagina
  • Le offerte stimate per la prima posizione della parte superiore della prima pagina

Ciò significa che, se il tuo obiettivo è semplicemente quello di comparire in prima pagina, allora ti sarà sufficiente far riferimento solo al primo tipo di offerta stimata.
Se, invece, vuoi localizzarti nella posizione Top dei Top, ti occorre guardare la seconda (per la parte superiore) oppure la terza (per la prima riga in assoluto).
Come fare senza sprecare troppo tempo e denaro?
Niente di particolarmente complesso: quando sei in fase di pubblicazione del tuo annuncio su Google ads, recati nella sezione chiamata Parole Chiave.
In quella scheda, sulla base delle keywords che avrai inserito precedentemente, troverai disponibili i tre tipi di stime di offerta sopra esposti.
Queste stime ti consentono di rilasciare i tuoi annunci nella posizione desiderata ogni volta che un utente svolge una ricerca con quella determinata parola chiave.
Attenzione: è importante considerare che le offerte per la parte superiore della prima pagina non possono essere impostate per gli annunci che fanno uso di offerte automatizzate, tool di ottimizzazione delle conversioni degli utenti in clienti o la calendarizzazione delle ads.
Idem per quanto concerne la prima posizione della prima pagina, ad eccezione di coloro che utilizzano un tool di ottimizzazione delle conversioni, che in questo caso non va a influire sulla possibilità di impostare le varie offerte.

Per procedere all’inserimento della tua offerta, ti basta selezionare una delle tre offerte CPC e PPC dal menu e fare click su Applica.
È importante notare che la loro applicazione non assicura la pubblicazione del tuo annuncio nella posizione desiderata.
Il motivo legato a questo aspetto è molto semplice: la posizione definitiva dell’ads dipende anche dai tuoi competitors e da tutti gli altri attori che fanno pubblicità con Google ads, ma anche dal tuo ranking, dall’ammontare della spesa e dalle impostazioni connesse al tuo profilo (di questo aspetto torneremo a parlare tra un momento).
Anche il comportamento degli utenti in fase di ricerca online, ovviamente, influisce nel posizionamento del tuo annuncio.
È dunque chiaro che le offerte stimate non sono altro che un utile suggerimento, volto a darti un’idea di come pianificare la tua Digital Strategy e raggiungere la posizione che desideri sui motori di ricerca.
Sono valori che indicano infatti l’ammontare dell’offerta che può rendersi necessaria per comparire nella sezione e nella pagina in questione.
Il tutto sempre in relazione ai dispositivi che indichi nel processo di pubblicazione: facciamo un esempio per capire meglio questo concetto.
Supponiamo di voler pubblicare una Digital Advertising Campaign riservata agli utenti che faranno le proprie ricerche via smartphone (solo dispositivi mobili) per l’ecommerce.
Inserendo tale informazione nella sezione dei target disponibile in fase di pubblicazione, le offerte stimate per i diversi posizionamenti si rivolgeranno all’offerta minima richiesta per poter raggiungere solo ed esclusivamente le ricerche realizzate via smartphone.

Fin qui tutto chiaro.
Ma cosa puoi fare se il tuo annuncio, dopo tutto il procedimento appena visto, non compare dove desideri?
Come abbiamo visto, anche se la tua offerta è pari pari a quella suggerita nella fase di pubblicazione, non è detto che l’ads compaia nella posizione che hai scelto.
Le offerte sono infatti linee guida calcolate tramite statistiche e report, nonché valori dipendenti da molteplici fattori esterni accennati poco fa.
Vediamo i principali:

  • Concorrenza: è possibile che, per le tue stesse parole chiave, ci siano altri inserzionisti che al momento fanno concorrenza per la stessa posizione che desideri raggiungere
  • Parole chiave: è possibile che gli utenti del tuo target non stiano utilizzando le stesse parole chiave da te selezionate per le loro ricerche (errore concettuale nella definizione delle keywords)
  • Modifiche alla spesa: se cambi l’ammontare del tuo budget e non te ne rimane di residuo da spendere, la tua inserzione potrebbe essere messa in stand-by

Qualora dovessero presentarsi queste situazioni (una o più), ti consigliamo di andare a dare un’occhiata alle tue impostazioni, soprattutto in riferimento a budget e parole chiave.
Rivedi i settaggi che hai scelto e, se necessario, applica gli opportuni correttivi.
In questo modo, la tua pubblicità potrà essere collocata con successo tra i diversi risultati resi disponibili dai motori di ricerca.
Se necessario, puoi anche fare affidamento a bot e sistemi di AI e di Machine Learning per l’individuazione delle keywords più adatte a te.

Come facilmente avrai capito, il posizionamento del tuo annuncio è un fattore fondamentale, soprattutto per la tua strategia di Web Marketing e in particolare in ottica SEO.
E quando si tratta di SEO, che sia in relazione a Google ads o a qualsiasi altro canale, noi di Qltech possiamo aiutarti.
Prima di cominciare a svolgere un’attività orientata alla Search Engine Optimization, infatti, è fondamentale costruire delle basi solide sulle quali avviare la tua Digital Strategy.
Potrai quindi chiederci una valutazione approfondita e specifica della tua presenza online e in particolar modo sull’efficacia (o meno) del tuo sito web.


In questo modo, potrai farti un’idea precisa del tuo posizionamento in ottica SEO attuale, per poi valutarne le opportune azioni e i correttivi che si rendano necessari.
Possiamo infatti darti tutte le informazioni di cui necessiti in merito ai tuoi potenziali clienti e al modo con il quale ricercano il provider adatto a loro.
Avrai inoltre la possibilità di avere a tua disposizione un ampio ventaglio di report e dati statistici, così da comporre un’immagine nitida di quelli che possono essere i punti di partenza e quelli di arrivo della tua strategia.
Nella nostra analisi sfrutteremo tutti gli strumenti più idonei per creare una Digital Strategy ottimizzata e cucita sulla base delle tue concrete necessità: lasceremo spazio ove possibile all’introduzione di bot e di artificial intelligence (AI), con piani strutturati ed opportunamente integrati.
Insieme possiamo strutturare un plan adeguato e permetterti di raggiungere i livelli più alti nelle ricerche e nel posizionamento dei tuoi annunci.
Contattaci e saremo subito pronti a fornirti il nostro supporto!